psicomotrciitàrid

Neuropsicomotricità

Il terapista della neuropsicomotricità si prende cura di pazienti in età evolutiva, monitorando lo sviluppo del neonato, l’andamento degli apprendimenti, l’evoluzione della relazione e della comunicazione con l’altro. Gli aspetti che caratterizzano l’individuo vengono stesi in un protocollo osservativo e forniranno gli elementi di lavoro del progetto riabilitativo. Si occupa di pazienti con patologie specifiche o quadri di fragilità che ostacolano lo sviluppo armonico del bambino e impediscono, rallentano o semplicemente interferiscono con la possibilità di integrarsi nel proprio tessuto sociale di vita quotidiana.

In particolare presso Studio Rebus ci occupiamo di:

  • Prima infanzia da 0 a 42 mesi: Valutazione e monitoraggio dello sviluppo globale del bambino, acquisizione tappe di sviluppo e stimolazione in caso di ritardi evolutivi. Possibilità di integrarsi nel percorso riabilitativo integrato per bambini con sofferenze perinatali.
  • Bambini dai 3 ai 8 anni: Valutazione e presa in carico con terapia neuropsicomotoria in caso di difficoltà e fragilità nella relazione e interazione con l’altro, disturbi affettivi-relazionali, disturbi comportamentali, impaccio e ritardo psicomotorio. Valutazione e presa in carico per quadri di disturbi della coordinazione motoria e disprassia, disabilità neuromotoria, ritardi cognitivi, disturbi dello spettro autistico e disturbo da deficit di attenzione, iperattività (ADHD).
  • Bambini e ragazzi dopo gli 8 anni: Stabilizzazione degli apprendimenti e generalizzazione delle competenze acquisite nei vari contesti di vita, monitoraggio in fasi sensibili e percepite come difficoltose in stretta collaborazione con la famiglia e al team psicologico.

Richiedi informazioni

Compila il form e ti risponderemo il prima possibile.

[caldera_form id=”CF6001c26c6ea61″]